Cortina Alleghe e il comprensorio del Civetta o viceversa



Il piccolo paesino di Alleghe costruito intorno all’omonimo lago fa da cornice alle splendide piste del comprensorio del Civetta ed è meta prescelta anche per il turismo estivo, grazie alla tranquillità del luogo, alle belle passeggiate e al vicino museo di Selva di Cadore, dove sono raccolte le informazioni sui ritrovamenti archeologici del periodo mesolitico a Mondeval.

LE NOSTRE TARIFFE PER CORTINA - ALLEGHE

(a tratta – circa 55 minuti di viaggio)


LE NOSTRE TARIFFE PER CORTINA - SELVA DI CADORE

(a tratta – circa 40 minuti di viaggio)


Nella Valle del Cordevole, a lambire la cittadina di Alleghe, meta turistica rinomata dell’Agordino, sorge il lago di Alleghe ad un’altitudine di circa 979 m s.l.m., alle pendici del Civetta.

Il lago si formò nel 1771 a causa di una frana dal monte Piz che sommerse i villaggi di Marin, Riete e Fusine e provocò uno sbarramento naturale sul corso del torrente Cordevole. In pochi giorni l’acqua del nuovo lago arrivò all’altezza di ben 35 metri, finché il Cordevole riuscì a riprendere il suo corso e il lago si assestò. Al giorno d’oggi il lago di Alleghe rappresenta un’interessante meta turistica sia in estate che in inverno, grazie anche alla vicinanza del monte Civetta, le cui cime si specchiano sulle acque del lago.

Un’ottima meta per gli amanti delle attività sportive come il windsurf, la vela, la pesca sportiva, la canoa, il kajak oppure la tradizionale barca a remi e il pedalò. Perfetto anche per intraprendere una piacevole passeggiata lungo il perimetro del lago, o come punto di partenza per escursioni a contatto con la natura, come quella che conduce in un’ora di cammino da Masarè alla cascata Ru de Rialt.

E per chi predilige un momento di relax allo stato puro tra la natura incontaminata, non manca una piccola spiaggia attrezzata. (fonte: infodolomiti.it) Si narra che, dopo la frana del monte Piz del 1771 che diede vita al lago, sia possibile sentire dei rintocchi di campana provenire dalle sue profondità.

La leggenda narra che la chiesa di Alleghe fu distrutta in parte e che il campanile crollò a causa dell’ondata d’acqua che raggiunse il paese. Le campane furono sommerse, scomparendo negli abissi del lago. Ad oggi si racconta che nelle giornate in cui le acque sono pulite si possa vedere la punta del campanile sommerso.

In realtà dei documenti attestano che solo gran parte della chiesa venne distrutta e che il campanile rimase intatto. (fonte: dolomiti.org)


Hai bisogno di un preventivo personalizzato?

Non hai trovato la soluzione giusta per te?  Prova a richiederci un preventivo personalizzato.

Richiedi preventivo personalizzato

Italiano

Il nostro sito utilizza cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione; proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo di cookie tecnici, analitici, terze parti e delle altre tecnologie descritti nella nostra cookie policy. Per maggiori dettagli e/o per modificare le tue impostazioni di utilizzo dei cookie clicca su Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi